Diritto Civile

Nell'ambito del diritto civile, prevalentemente:

  • diritti reali (regolamento e difesa di proprietà mobiliare e immobiliare, disciplina delle distanze tra costruzioni e regolamento di confini, comunioni e divisioni, condominio, diritti reali minori e servitù prediali), e azioni possessorie e usucapione,
  • diritto successorio (questioni testamentarie e in generale consulenza per successione mortis causa, accettazione d'eredità con beneficio d'inventario, rinuncia all'eredità, consulenza in trust istituito con testamento per la protezione di familiare disabile),
  • responsabilità civile (risarcimento danni, responsabilità pre-contrattuale, contrattuale ed extracontrattuale in particolare da infortunio stradale, responsabilità professionale es. del medico, commercialista, notaio ecc..),
  • mediazione civile e commerciale (assistenza durante la mediazione, consulenza in relazione al singolo problema),
  • recupero crediti

Ed, inoltre, dei seguenti ambiti affini:

  • diritto bancario (analisi delle clausole di contratti bancari e di intermediari finanziari, in particolare controversie in tema di anatocismo ed usura, insinuazione allo stato passivo della LCA Banca Popolare Vicenza e Veneto Banca),
  • diritto del Trust (consulenza sulla normativa di riferimento Convenzione de L'Aja ratificata dall’Italia con la legge n. 364 del 16 ottobre 1989, esame della fattibilità di segregazioni del patrimonio in relazione anche alle altre possibili forme di protezione e gestione di patrimoni rilevanti),
  • recupero crediti con consulenza in cessioni dei crediti e strumenti di protezione del credito,
  • procedure di conciliazione con gli Operatori telefonici presso il CORECOM ed i Venditori di energia elettrica e gas a favore di utenti domestici

*

MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE:

Il tasso medio nazionale di successo della mediazione è del 48% quando le parti decidono volontariamente di proseguire la procedura. A questo dato va aggiunta la percentuale di accordi che si trovano non durante la procedura ma grazie ad essa. Uno studio dell'Università di Firenze ha calcolato questa ulteriore percentuale di successo nel 28%.

Le mediazioni delegate stanno aumentando e, quindi, anche i magistrati contribuiscono nel tempo a favorire laddove possibile la mediazione e la risoluzione bonaria delle vertenze in genere.

La mediazione può essere un'occasione per trovare un soddisfacente accordo con la controparte in tempi rapidi e anche la via per evitare un lungo e dispendioso processo davanti al giudice. Per questo è opportuno rivolgersi a professionisti che conoscano la materia e sappiano consigliare al meglio il cliente, anche accompagnandoli davanti ad un mediatore.

scarica qui la guida ragionata alla mediazione

Per migliorare il servizio il sito "StudioLegale Veronica Grillo" utilizza i cookie tecnici. Continuando la navigazione del sito ne accetti l'utilizzo. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra politica in materia di cookie