Nuove norme europee sulle successioni dal 17 agosto 2015

Autore: Avv. Veronica Grillo
28/11/2015 18:03


IL REGOLAMENTO EUROPEO SULLE SUCCESSIONI TRANSFRONTALIERE


Lo scorso 17 agosto sono entrate in vigore le nuove norme sulle successioni transfrontaliere previste dal regolamento (UE) N. 650/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 4 luglio 2012 “relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e all’accettazione e all’esecuzione degli atti pubblici in materia di successioni e alla creazione di un certificato successorio europeo”.
La nuova normativa in particolare individua il criterio generale per determinare la competenza giurisdizionale e la legge applicabile alla successione e prevede un criterio sussidiario che è la legge dello Stato in cui il defunto aveva collegamenti “manifestamente più stretti” e considera anche la possibilità che il defunto abbia in vita fatto la scelta della legge destinata a regolare la propria futura successione.


Il regolamento, inoltre, introduce il Certificato successorio europeo (ECS): un documento dell'autorità preposta al procedimento successorio per l'utilizzo da parte di eredi, legatari, esecutori testamentari e curatori dell’eredità al fine di provare il loro status e di esercitare i diritti e i poteri previsti dalla legge in altri Stati membri. Una volta emesso, l'ECS è riconosciuto in tutti gli Stati membri senza una procedura particolare di riconoscimento.
Il certificato non è obbligatorio e non sostituisce i documenti interni negli Stati membri.


Il regolamento si applica in tutta la UE con esclusione di Danimarca, Irlanda e Regno Unito.

 

 

Per migliorare il servizio il sito "StudioLegale Veronica Grillo" utilizza i cookie tecnici. Continuando la navigazione del sito ne accetti l'utilizzo. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra politica in materia di cookie